Come scegliere un cuscino

Un complemento d’arredo da non sottovalutare è sicuramente il cuscino. Sembra scontato, ma avere un ottimo materasso ed un cuscino non adatto non ha molto senso.

Se il materasso da solo può sicuramente giovare alla vostra colonna spinale e permettere di distendere il corpo, il cuscino svolge il medesimo ruolo per la nostra testa e la parte terminante della nostra colonna. Un buon cuscino evita di svegliarsi con dolori cervicali, mal di testa diffusi e torcicollo.

Questo perchè il nostro corpo ha bisogno di rilassarsi in una linea quanto più retta possibile, permettendo di distendere nel miglior modo le vertebre che durante la giornata sono state tutto il tempo compresse. 

Inoltre, il giusto cuscino aiuta decisamente la respirazione e in molti casi riesce ad evitare di russare.

Come già anticipato, un buon materasso senza un buon cuscino non serve a nulla in quanto entrambi sono fattori determinanti per la qualità del sonno. 

Dormire su un cuscino sbagliato, acquistato guardando solo il prezzo alla ricerca di risparmio, causa spesso dolori articolati, disturbi alla schiena ed al collo. Ciò si riflette sulla qualità del vostro sonno e del successivo risveglio.

Quale peggior modo di iniziare una giornata se non avendo già dei dolori diffusi? Questo influirà con molta probabilità sul vostro umore e sulla vostra produttività a lavoro.

La posizione ideale per dormire deve essere naturale e quanto più rilassata possibile, mantenendo la colonna vertebrale in una posizione quasi del tutto dritta. Ricordate sempre che il sonno ha una funzione rigenerante e che il corpo, in posizione eretta, è continuamente stressato durante la giornata. Solo distendendosi ha modo di riposare a dovere.

FATTORI DI SCELTA DI UN BUON CUSCINO

Per permettere al tratto cervicale di essere ben disteso ed allineato con la colonna vertebrale, bisognerà tenere conto di diversi fattori che porteranno alla scelta ottimale del cuscino più adatto alle proprie esigenze. Le caratteristiche più importanti sono sicuramente:

  • Larghezza: solitamente è circa un metro, ma in ogni caso l'importante è che copra la distanza tra le spalle;
  • Altezza: che varia in base alla posizione che si assume ed evita l'irrigidimento notturno dei muscoli che sorreggono la testa;
  • Morbidezza: il collo subisce deformazioni uscendo dalla linea ideale della colonna vertebrale nel caso in cui la morbidezza non sia adeguata;
  • Scelta del materiale se si è allergici o asmatici;
  • Posizione durante il sonno;
  • Igiene.

Come puoi notare, la maggior parte delle caratteristiche è ovviamente puramente personale. Vorrei soffermarmi sul penultimo punto, la posizione che assumi durante il sonno.

Questa infatti è decisiva nella scelta di un buon cuscino per dormire perchè in base al lato su cui dormi, il tratto cervicale assume una linea diversa che andrà quindi corretta con il giusto cuscino.

Posizione Cuscino migliore
Fianco Lattice, rigido, medio-alto.
Supina (pancia in su) Memory Foam, morbido, medio.
Prona (pancia in giù) Piuma / (Se allergici) lattice, morbidi, bassi.
Variabile Lattice, medio.

LE DIVERSE TIPOLOGIE DI CUSCINI

Ora che hai una panoramica generale sui parametri da valutare per scegliere un buon cuscino, non ti resta che capire quale materiale sia più adatto alle tue esigenze. Nella tabella sopra hai una vista generale in base alla tua personale posizione del sonno, ma conoscere le diverse scelte che il mercato offre ti aiuterà a compiere un acquisto razionale e personalizzato.

CUSCINI IN PIUMA D'OCA

Sono i classici cuscini conosciuti anche grazie agli innumerevoli cartoni animati e scene di film, dove si comprende chiaramente che il contenuto di tali guanciali sono proprio delle penne d’oca. Queste rendono il cuscino decisamente morbido, anche se prevede di essere scosso periodicamente per rimetterlo in forma per evitare appiattimenti.

  • Economico;
  • Adatto per una posizione prona;
  • Non crea spessori per il collo.
  • Non adatto a soggetti allergici;
  • Non adatto ai bambini;
  • Manutenzione periodica.

CUSCINI IN FIBRA

Simili ai precedenti, i cuscini in fibra sono costituite da alcune fibre sintetiche (o particolari tipi di gel) che emulano le piume d’oca. Ma come per quest’utilimi, anche i cuscini in fibra se non correttamente curati possono presentare bozzi ed appiattimenti dato che l’imbottitura perde di compattezza. Di altezza medio bassa, sono comunque molto comodi ed adatti a coloro che dormono in posizione prona.

  • Consigliato per posizioni prone;
  • Particolarmente morbidi.
  • Non offrono supporto adeguato al collo in posizioni supine;
  • Perdono compattezza con il tempo.

CUSCINI IN POLIESTERE

Questo tipo di cuscini è probabilmente tra i più adattabili ed è prevalentemente valido per chiunque. Sono molto economici nonostante la loro qualità e mantengono discretamente la loro forma. Non sono però molto modellabili e possono incorrere in formazioni di bozzi dovuti ad uno spostamento del contenuto interno. 

  • Molto economico;
  • Consigliato per posizioni supine e sul fianco (ma valido per chiunque);
  • Anallergico.
  • Non modellabile;
  • Può creare bozzi ed appiattimenti;

CUSCINI AD ACQUA

I cuscini ad acqua sono un’ottima opzione per chi ha bisogno di un elevato grado di personalizzazione. É infatti possibile regolare la morbidezza e l’altezza semplicemente cambiando l’acqua al suo interno, fino ad arrivare allo spessore desiderato. Per questo motivo, sono tra i migliori cuscini per chi soffre di dolori spinali o per chi russa.

  • Consigliato per posizioni supine e sul fianco (ma valido per chiunque);
  • Altamente personalizzabile.
  • Costo moderato;
  • Bisogna farci l'abitudine.

CUSCINI IN MICROPERLE

Questi particolari tipi di cuscini sono ottimi per chi dorme sul fianco o è un soggetto allergico grazie alla loro conformazione. Infatti il contenuto è dato da piccole sfere di polistirene che offrono un supporto che, seppur rigido, è abbastanza adattabile. Il polistirene rende il cuscino un buon ipoallergenico.

  • Consigliato per posizioni sul fianco (ma valido per chiunque);
  • Può alleviare i dolori spinali;
  • Anallergico.
  • Può risultare eccessivamente rigido.

CUSCINI IN MEMORY FOAM

Così come per i materassi, anche i cuscini in memory foam sono tra le scelte più diffuse sul mercato. La schiuma espansa in poliuretano rende questi guanciali a memoria di forma, ciò consente loro di tornare alla forma “memorizzata” in fase di produzione, senza lasciare bozzi o segni visibili. Per questo motivo, nonostante siano molto adattabili, non è però consigliato l’uso alle persone che cambiano spesso posizione durante il sonno. Ma se invece si ha una posizione più stabile, questi cuscini migliorano nettamente la qualità del sonno riducendo i dolori spinali e cervicali, permettendovi di godere di un buon risveglio al mattino.

  • Adattabili;
  • Alleviano i dolori spinali e cervicali;
  • Anallergico ed antiacaro;
  • Non mantengono bozzi o segni di usura.
  • Indeformabili;
  • Non traspirabile.

CUSCINI IN LATTICE

Il lattice è un materiale naturale che dona grande elasticità e morbidezza al cuscino. Come i cuscini in memory foam, anche loro tornano immediatamente alla forma iniziale. Rispetto a questi, però, sono più rigidi e non è antiacaro (è invece ottimo per gli allergici). La caratteristica più importante è data dalla loro struttura a celle che permette una maggior traspirabilità con una conseguente freschezza e pulizia. Offrono un ottimo sostegno al collo.

  • Traspirabili;
  • Alleviano i dolori spinali e cervicali;
  • Anallergico;
  • Non mantengono bozzi o segni di usura;
  • Adattabili.
  • Indeformabili;
  • Più rigido del memory foam;

Adesso avete una buona panoramica e probabilmente tutte le diverse tipologie di cuscino in cui vi siete imbattuti non vi fanno più tanta paura come prima. Ora che conoscete i pro ed i contro di ciascuna tipologia, procedere con la scelta del vostro cuscino ideale sarà una passeggiata! 

Ma voglio sbilanciarmi!

In questo caso in particolare mi sento di consigliare vivamente un cuscino in particolare: se state decidendo di acquistare un cuscino in memory foam non posso che suggerirvi il Baldiflex!

(E no, nessuno mi ha pagato per questo).

Ma in occasione dell’Amazon Prime Day questo cuscino era fortemente scontato ed ho deciso di acquistarlo di getto, pur non avendo alcuna necessità dato che il mio attuale funzionava già bene. Devo dire di essermi innamorato seriamente del prodotto. 

Il prezzo potrebbe apparire altino (considerate però che è una coppia), tanto che se non fosse stato per il Prime Day mai l’avrei preso. Ma devo dire che, una volta provato, il costo lo vale tutto! Se decidete di optare per questa tipologia, consiglio vivamente quantomeno di aggiungere il prodotto al carrello, in modo che Amazon possa avvisarvi per eventuali cali di prezzo (ma ripeto, a prova fatta, il costo è davvero irrisorio per la sua qualità, e le oltre 1000 recensioni positive non mentono!)

Miglior cuscino in memory foam baldiflex

Cuscino Baldiflex - Coppia di Cuscini in Memory Foam, Modello Saponetta, Fodera in Aloe Vera

Cuscino ideato per un perfetto alloggiamento della testa grazie alla struttura viscoelastica del memory e alla sua capacità di adattamento, è in grado di accogliere il peso del capo in maniera progressiva, assecondare ogni movimento senza comprimere e ritornare alla sua forma originaria in modo graduale e costante.Assicura una posizione anatomicamente corretta, riduce al minimo i punti di pressione, favorisce un buon flusso sanguigno e linfatico.




www.SoluzioneMaterasso.it partecipa ad Amazon Services LLC Associates Program (ovvero ai programmi di affiliazione di Amazon.it). Tali programmi permettono al sito di guadagnare una piccola percentuale linkando i propri prodotti senza alcuna variazione di prezzo per i clienti.

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto